Occhi su Saturno!

Guardando sopra l’orizzonte sud in queste sere potremo notare senza troppe difficoltà tre luminosi astri. Si tratta di Marte, il più brillante e dalla colorazione rossastra, la stella Antares dello Scorpione ed infine il vero protagonista di queste notti: Saturno!

cielo-notti-inzio-giugno

Saturno era il pianeta più esterno conosciuto nell’epoca pre-telescopica ed è il sesto in ordine di distanza dal Sole. Essendo più lontano dal Sole si muove nel cielo più lentamente degli altri pianeti visibili facilmente ad occhio nudo, impiega ben 29,54 anni a completare un’orbita intorno a esso. Proprio oggi, il 3 Giugno 2016, raggiunge l’opposizione e quindi le migliori condizioni di osservabilità e resterà splendidamente visibile per tutta l’estate. Questo fenomeno si verifica una volta ogni anno (con un ritardo di 13 giorni da un anno all’altro) quando la Terra e Saturno sono allineati sullo stesso lato rispetto al Sole. Oggi vedremo il Sole tramontare e contemporaneamente sorgere Saturno.

opposizione-Saturno

Osservare Saturno con un telescopio

“Saturno, il pianeta che più dà emozione
a chi lo guarda attraverso un telescopio:
eccolo nitidissimo, bianchissimo,
esatti i contorni della sfera e dell’anello”
Italo Calvino – Palomar

saturno-telescopio-3giugno

Se avete un telescopio, anche modesto, non mancate di puntarlo verso Saturno. Nonostante i quasi 1,4 miliardi di km che ci separano riuscirete senza fatica a scorgere la sua più sorprendente caratteristica: il magnifico sistema di anelli che lo circonda. Anche se non possiamo distinguerli singolarmente gli anelli sono in realtà costituiti da miliardi di piccoli oggetti ghiacciati, della grandezza che varia dal micrometro al metro, orbitanti attorno al pianeta sul suo piano equatoriale. Aspettando momenti di calma atmosferica è possibile scorgere all’interno degli anelli una zona scura che sembra dividerli in due: si tratta della divisione di Cassini che prende il nome dell’astronomo che per primo la osservò nella seconda metà del 1600.

Più facili da scorgere alcuni dei satelliti di Saturno. In particolare Titano, la più grande luna di Saturno e la seconda più grande del Sistema Solare (più grande persino del pianeta Mercurio!). Anche se dalla Terra ci appare come un semplice punto luminoso, si tratta di un luogo straordinario con una densa atmosfera e grandi laghi di idrocarburi liquidi. Titano è anche il luogo più lontano dove si è posato un manufatto umano, la sonda Huygens che nel 2004 staccatasi dalla sonda Cassini è scesa su Titano fino a toccarne la superficie.

Occhi Su Saturno, in tutta Italia

Se non avete un telescopio non preoccupatevi, potrete osservare Saturno la sera del 25 Giugno 2016! Saranno oltre 80 gli eventi organizzati in 19 regioni italiane e in Canton Ticino che permetteranno di osservare attraverso i telescopi questo straordinario pianeta. Per cercare l’evento osservativo più vicino visitate il sito di Occhi su Saturno

saturnogiugno2016

Giunta nel 2016 alla sua quinta edizione “Occhi Su Saturno” è una grande iniziativa diffusa in tutta Italia grazie alla collaborazione di associazioni astrofili, singoli appassionati, osservatorio astronomici e planetari. Nata nel 2012 da un’idea dell’associazione di promozione sociale Stellaria di Perinaldo per celebrare i 300 anni dalla scomparsa di Gian Domenico Cassini, il grande astronomo del ‘600 nato proprio nel piccolo borgo ligure. Cassini fu un grande osservatore di Saturno di cui scoprì ben quattro satelliti e una “divisione” tra gli anelli che ancora oggi porta il suo nome, quale miglior modo per celebrarlo se non permettere a tutti di osservare dal vivo questo magnifico pianeta?

L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio della Società Astronomica Italiana, dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, dell’Agenzia Spaziale Italiana, dell’Unione Astrofili Italiani e dell’European Astrosky Network.

Testo a cura di: Nicolò Conte e Stefano Bertacchi

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: