La curiosa storia del gas Sarin

Il gas Sarin, un composto organico appartenente alla classe degli organofosfati, è un gas nervino: un’arma chimica di cui purtroppo sentiamo continuamente parlare in questi giorni, essendo connesso alle tragiche vicende siriane del 4 aprile scorso [1].

La storia di come sia nato è molto curiosa.

Bambini con indosso maschere antigas durante la seconda guerra mondiale.

Siamo nella Germania degli anni Trenta (1936), presso l’IG Farben (Bayer): uno dei più grandi conglomerati di aziende chimiche del mondo. Essa fu la principale azienda fornitrice dello Zyklon-B al governo tedesco, il tristemente noto composto mortale utilizzato nelle camere a gas durante il secondo conflitto mondiale. L’enorme azienda era inoltre in contatto con l’ambito accademico-universitario e non mancavano ricercatori, test ed esperimenti: quest’ultimi effettuati su cavie umane (i deportati).

Un chimico tedesco specializzato nel campo degli insetticidi, tale Gerhard Schrader (1903-1990) [2], stava lavorando a un nuovo insetticida che avrebbe agito interrompendo il sistema nervoso di alcune specie di insetti, quali i pidocchi delle piante (eriosomatinae e afidi, più in generale). Nessuno avrebbe mai immaginato che dal quel momento in poi sarebbe nata una nuova, potente arma di distruzione di massa. Curioso è il fatto che l’obiettivo originario di Schrader fosse quello di combattere la fame nel mondo con i pesticidi, non certamente di diventare famoso come il “padre degli agenti nervini” [3].

Quando lui e il suo assistente ottennero un primo prodotto di sintesi, una goccia di questo liquido incolore ed estremamente volatile cadde accidentalmente sul tavolo dove stavano lavorando e al quale vennero di conseguenza esposti. Entrambi iniziarono a manifestare un certo malessere ed ebbero notevoli difficoltà visive e respiratorie. Ci volle più di una settimana per recuperare pienamente le forze. I due avevano appena sintetizzato il primo agente nervino nella storia dell’uomo: il tabun [4].

Immediatamente il governo nazista vide una grande opportunità in questa nuova ricerca, tanto da ordinare a Schrader di cambiare il suo obiettivo: dall’uccisione di insetti a quella di umani; dalla salvaguardia delle coltivazioni alla distruzione del mondo. Nacquero quindi nuove industrie belliche dove furono prodotte ingenti quantità di questo genere di armi.

Successivamente Schrader e altri perfezionarono il tabun, diventando così Sarin, nome che deriva dai suoi inventori: Schrader, Ambros, Ritter e Van der Linde. A temperatura ambiente si presenta come un liquido incolore e inodore, molto volatile, ma anche il suo vapore. L’intossicazione può avvenire per inalazione e attraverso contatto cutaneo; l’uso della maschera antigas è quindi pressoché inutile, se non si è adeguatamente protetti nelle altre parti del corpo. È circa 80 volte più letale del cianuro: approssimativamente per provocare la morte sono sufficienti solo 35 mg di gas per metro-cubo al minuto, con un’esposizione di due minuti. Più tardi divenne molto famoso, nonché il primo per scelta tra i gas nervini: esso era infatti molto più letale del tabun e facile da ottenere con bassi costi di produzione.

Dopo la guerra il governo britannico provò ad arruolare Schrader, ma nel 1947 tornò a lavorare per la Bayer di Leverkusen, rifiutando l’offerta dell’intelligence inglese. Egli sostenne che era contento di trovarsi nuovamente nel settore per la protezione delle piante e che il suo lavoro durante la guerra non lo aveva mai soddisfatto, andando contro ai suoi desideri di “combattere la fame nel mondo e non provocare nuove ferite” [5].

Testo a cura di: Matteo Paolieri
Editor: Stefano Bertacchi

Fonti e approfondimenti

[1] http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2017/04/04/siria-ong-potrebbe-essere-gas-nervino_78dee108-f6b9-48a7-8054-54ab95f5d337.html

http://www6.ansa.it/ansamed/it/notizie/rubriche/cronaca/2017/04/04/siria-ong-almeno-58-morti-in-raid-con-sospetto-gas_81746f10-ad1e-4aee-902c-6a80a0088401.html?idPhoto=1

[2] https://en.wikipedia.org/wiki/Gerhard_Schrader

[3] Tucker, Jonathon. War of Nerves: Chemical Warfare From World War I to Al-Qaeda. Pantheon Books, 2006.

[4] https://en.wikipedia.org/wiki/Tabun_(nerve_agent)

[5] http://www.telegraph.co.uk/news/uknews/1545227/British-spies-tried-to-recruit-German-inventor-of-sarin-gas.html

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: