Le nostre perplessità a proposito del convegno dei 50 anni dell’ONB

Con questo comunicato vogliamo unirci ai molti che già hanno espresso perplessità riguardo la scelta di relatori e chairmen presenti al Convegno Internazionale organizzato dall’Ordine Nazionale dei Biologi, in occasione del suo cinquantenario.

In particolare hanno attirato l’attenzione del mondo scientifico quattro persone:

Il Professor Yehuda Shoenfeld.
Il titolo della sua conferenza è criptico, nella sua genericità.Verosimilmente parlerà di una sindrome autoimmune che sostiene di aver identificato nel 2011, attribuita a un gruppo eterogeneo di adjuvanti dei vaccini, o forse ai metalli contenuti in essi (ma anche alle protesi al silicone) e ancora non ben definita. Comprende infatti quadri patologici molto diverse tra loro: dalla Sindrome del Golfo alla miofascite, passando dalla sindrome da stanchezza cronica. A supporto di questa congettura sono state pubblicate finora alcune raccolte di casi, spesso su riviste di dubbia autorevolezza, e alcune pubblicazioni sono state anche ritrattate. Il problema più grosso di queste pubblicazioni è che la diagnosi stessa di ASIA viene definita di volta in volta in modi differenti. Le congetture di Shoenfeld hanno però acquisito grande rilevanza negli ambienti contrari alle vaccinazioni.
Le indagini epidemiologiche più solide, invece, non confermano neppure l’esistenza di una correlazione tra vaccini e qualsivoglia malattia autoimmune.

La Prof.ssa Antonietta Gatti.
Assieme al marito, il Dott. Montanari, è nota in ambito scientifico per avere pubblicato a pagamento, su una rivista equivoca, una ricerca viziata da gravissimi errori metodologici, che ha avuto però grande risonanza nei movimenti contrari ai vaccini, in tutto il mondo.

Il Professor Luc Montagnier.
È lo stesso Montagnier cui è stato riconosciuto il Nobel per il contributo dato alla scoperta del virus HIV, responsabile dell’AIDS. Negli ultimi anni si sta però occupando di omeopatia e di teletrasporto del DNA (sic!).
In questa occasione ci parlerà anche di vaccinazioni, riguardo alle quali ha recentemente espresso esplicito supporto alla congettura del legame vaccini-autismo, congettura ampiamente smentita da ogni verifica sperimentale. L’opinione di Montagnier è molto citata negli ambienti contrari ai vaccini.

Ivano Spano.
Un sociologo che non disdegna di fare diagnosi di danni neurologici e di autismo, attribuendone la causa alla vaccinazione, guardando il video prodotto dal noto ex medico Wakefield. Quello stesso Wakefiled che fu radiato per aver falsificato i dati a supporto della congettura del legame vaccini-autismo, per conto di uno studio legale che si occupava di cause di risarcimento.

Stiamo dunque parlando di quattro persone che ad oggi si stanno muovendo ben al di fuori del rigore e della cautela proprie del metodo scientifico, oltre che vicini agli ambienti contrari ai vaccini. La loro presenza in un convegno organizzato da un organo istituzionale importante come un Ordine Professionale, che dovrebbe essere invece d’esempio in quanto a rigore scientifico, ci pare quantomeno inopportuna.

Italia Unita per la Scienza

§

Posizione del Dipartimento di Biologia dell’Università di Padova

Posizione del Collegio dei Biologi delle Università Italiane (pdf)

Posizione della Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica

Posizione dell’Istituto Mario Negri

News su British Medical Journal

Posizione del Dipartimento di Bioscienze dell’Università Statale di Milano

Disdetta la presenza del Istituto Superiore di Sanità

Posizione della Federazione Nazionale Ordini Medici Chirurghi e Odontoiatri

UniSìMilano – Comitato Biologi per la Scienza

§

 

SJGould-Pagina001
Citazione originale: «A man does not attain the status of Galileo merely because he is persecuted; he must also be right.» – Stephen Jay Gould; ‘Velikovsky in Collision’; Natural History, Mar 1975 – Foto by Wally McNamee (via wikipedia)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: