“Che libro indosserò” Francesco M. Galassi – Un mondo senza vaccini? La vera storia

Si è spesso dell’opinione che le malattie siano entità fisse, immutabili e che, eccezion fatta per alcune grandi sfide quali il cancro, le malattie cardiovascolari, l’AIDS, si possa dire di vivere in un’epoca di relativo successo dell’arte medica sulle condizioni morbose nocive alla salute umana.

Le malattie, tuttavia, sono l’esatto contrario di entità “fisse ed immutabili”, poiché mutano ed evolvono nel corso della storia. Nel caso delle malattie infettive, l’azione dell’uomo negli ultimi due secoli ha permesso di contenere e – si pensi al caso del vaiolo – addirittura di eradicare agenti patogeni i cui effetti devastanti hanno lasciato tracce indelebili sulle popolazioni umane. Non è stato però sufficiente migliorare l’igiene e le condizioni di vita delle persone o sviluppare potenti antibiotici. I vaccini, infatti, hanno rappresentato una poderosa cesura tra due mondi. La loro vera rivoluzione consta nel fatto che questi farmaci, oggi più che mai sicuri ed efficaci, non curano un paziente una volta che questi ha contratto la malattia e la manifesta a livello clinico, bensì eliminano il problema alla fonte, mettendo l’individuo in grado di sviluppare difese immunitarie inviolabili.

Ai nostri giorni, tuttavia, una propaganda becera e un generale scetticismo nei confronti delle vaccinazioni hanno messo in discussione una pietra miliare della medicina moderna. Non stupisce affatto, pertanto, che malattie che ritenevamo relegate ai periodi più bui, ormai alle spalle, della nostra storia, stiano tornando a far paura: morbillo, pertosse, difterite, poliomielite, tetano.

Rianalizzando la storia di queste malattie attraverso la lente della storia della medicina e della paleopatologia, lo studioso Francesco M. Galassi, nel suo libro “Un mondo senza vaccini?” edito da C1V Edizioni riporta alla memoria l’impatto terrificante delle malattie infettive nel mondo prima dei vaccini e lancia un allarme alla comunità scientifica ed al pubblico generale sui rischi di un rifiuto delle vaccinazioni.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: