Manifesto evento 2014

01_cover1.jpg

Un’introduzione

L’8 Giugno 2013 in sedici città italiane ragazzi, professori e giornalisti scientifici si sono mossi gratuitamente per parlare di scienza, discutendo di argomenti scientifici delicati, per evitare di venir sommersi da bufale e pseudoscienza: un grandissimo successo, specie visto il pochissimo tempo a disposizione. Siamo stati appoggiati da Pro-Test Italia, Associazione Luca Coscioni, CICAP, Le Scienze e tanti altri.

E siamo finiti su Science (http://news.sciencemag.org/people-events/2013/06/around-italy-researchers-rally-defend-science).

Quest’anno, dal 19 al 24 Maggio 2014, torneremo con Pro-Test Italia, ANBI e Città della Scienza in tante città italiane con l’obiettivo di condividere la scienza. Con tutti. Perché gli eventi non saranno solo per gente appassionata di scienza, ma soprattutto per chi ne ha paura, per chi non si fida e non sa come comportarsi. Quest’anno vogliamo condividere, soprattutto, i modi e gli approcci per svelare i tentativi di imbroglio. Per capire se chi parla è competente, per potersi fare una propria opinione guardando una notizia su internet, ma in modo consapevole e partendo da basi scientifiche consolidate. E vogliamo fare di più in termini di miglior organizzazione, maggior attenzione all’aspetto comunicativo, miglior impatto mediatico.

Per questo vi invitiamo a scriverci per dare qualsiasi apporto, vi invitiamo ad andare nei nostri gruppi facebook e invitare persone che potrebbero darci una mano in ogni modo. Quest’anno, oltre alle collette nelle varie città, abbiamo fatto partire un crowdfunding: una raccolta online da diffondere a qualsiasi persona, ente o associazione. Questo perché per fare venire un evento ancora migliore di quello dell’anno scorso servono soldi. Non vi chiediamo molto: un caffè, una birra, una cena. Un piccolo (o grande) sacrificio per voi, un grandissimo aiuto per noi per coprire le spese e, se riusciremo, dare un rimborso a chi fornisce la propria competenza e professionalità. Un evento che vogliamo far diventare la prassi, non l’eccezione. Non esitate, quindi, a diffondere questo annuncio, a diffondere il link della raccolta o a farci domande.

Manca poco più di un mese e possiamo fare grandi cose. Siamo una comunità di più di 8000 persone. Insieme possiamo fare grandi cose. Insieme possiamo provare a migliorare la cultura scientifica in Italia, migliorare il nostro paese. Noi siamo qui per provarci.

E sappiamo che ci seguirete.

Federico Baglioni – coordinatore nazionale

 

Locandina generale

Manifesto 2014

L’ evento “La ‘bufala’ è servita: tra scienza e pseudoscienza”, promosso da Italia Unita per La Scienza, con l’aiuto organizzativo di Città della Scienza, Pro-Test Italia e ANBI, nasce dalla necessità di far fronte al problema della disinformazione scientifica che è motivo di degrado sociale e culturale.

Obiettivo dell’evento è far sorgere nei cittadini uno spirito critico, grazie al quale poter riconoscere notizie vere e false (le cosiddette ‘bufale’), specie per i temi scientifici più delicati. Fornire gli strumenti per usare la razionalità, senza farsi abbagliare dall’emotività di ogni questione, è il modo più efficace di difendersi da truffe e imbrogli. Avere spirito critico non significa non considerare gli aspetti umani ed etici delle questioni, ma permette di compiere scelte oculate su temi fondamentali per il futuro del Paese che riguardano ricerca e scienza, e dunque anche salute, alimentazione e ambiente.

Il progetto avrà luogo nella settimana dal 19 al 24 Maggio 2014. Nelle diverse sedi, l’evento potrà prendere la forma di conferenze, caffè scientifici, incontri in libreria o in piazza. Ogni città sceglierà 1-2 approfondimenti tematici (ad esempio sperimentazione animale, OGM, vaccini), sempre con l’obiettivo di rendere gli eventi non semplici lezioni verso il pubblico, ma incontri stimolanti e coinvolgenti per un pubblico non esperto e facilmente scettico, che abbiano nel dibattito un punto di confronto e crescita per tutti.

Il progetto rappresenta la seconda edizione di un evento di corretta informazione scientifica (“Italia Unita per la Corretta Informazione Scientifica”) svoltosi l’8 giugno dello scorso anno in sedici città italiane grazie ad un’idea di soci e simpatizzanti dell’associazione Pro-Test Italia. Proprio a seguito dell’organizzazione di questo evento, sostenuto da numerosi enti e associazioni, è nato il gruppo Italia Unita Per La Scienza. Quest’anno abbiamo puntato maggiormente sull’aspetto comunicativo, necessario per coinvolgere maggiormente la cittadinanza. Per sostenere spese e rimborsi abbiamo fatto partire una raccolta fondi online che si concluderà il 7 Maggio.

 Obiettivi finali dell’evento 2014

  •  Dare ai cittadini gli strumenti per avere spirito critico sulle vicende scientifiche di attualità e giudicare la scienza su fatti e risultati e non dai pregiudizi.
  •  Sviluppare un dialogo sereno con la cittadinanza fondato sulla trasparenza e sul rispetto.
  •  Sollecitare i media a garantire una copertura giusta, equilibrata, basata sui fatti delle notizie sui temi scientifici.
  •  Chiedere alle Istituzioni di prendere posizioni responsabili sui temi scientifici e di favorire un’adeguata cultura scientifica.
  •  Promuovere l’acquisizione di spirito critico da parte dell’opinione pubblica, dei media e delle Istituzioni, al fine di eliminare gli stereotipi che colpiscono il mondo della ricerca e della scienza in generale.

 

Rispondi