“Che libro indosserò?” – Il caso e la necessità, di Jacques Monod

Oggi consigliamo il libro: Il caso e la necessità. Saggio sulla filosofia naturale della biologia contemporanea, del biologo e filosofo Jacques Monod., testo di divulgazione scientifica e filosofia della scienza.

In occasione del compleanno del premio Nobel Jaques Monod vogliamo presentarvi quella che è stata probabilmente la sua opera più importante, pubblicata nel 1970 e diventata in poco tempo uno dei capisaldi della letteratura scientifico-filosofica contemporanea.

Ne Il caso e la necessità l’autore parte dalleproprietà che caratterizzano gli esseri viventi (dei quali dà peraltro una definizione ancora oggi molto utilizzata) per evidenziare quanto sia facile abbracciare l’idea che alla base della loro esistenza vi sia un qualche tipo di progetto attribuito, nella storia della filosofia e delle religioni, di volta in volta ad entità diverse.

Da queste considerazioni Monod prende le mosse per mostrare come però, nella sua visione, le strutture ed i processi della biologia molecolare dimostrino che il Caso e la Necessità, componenti essenziali dell’evoluzione, siano sufficienti a spiegare la complessità della vita, rendendo obsolete tutte le filosofie che l’autore definisce genericamente ‘animistiche’ (scuole filosofiche antiche, religioni ed anche idealismi moderni).

Monod utilizza quindi la biologia molecolare ed evolutiva per proporre una nuova etica che si basi sulla rottura dei vincoli ideologici fondendo scienza e filosofia in un’opera inevitabilmente complessa e controversa ma anche di straordinaria potenza che ha avuto un impatto fondamentale su tutta la riflessione filosofica successiva.

Il caso e la necessità non è certo una lettura semplice e richiede una conoscenza almeno discreta della biologia (anche se il libro è ricco di appendici piuttosto utili) visto che l’autore si concentra spesso su dettagli tecnici abbastanza approfonditi ma può sicuramente rappresentare un’importantissimo spunto di riflessione per chiunque sia interessato a come, nel ‘900, filosofia scienza si siano intrecciate in modo sempre più intimo e complesso.

Testo di Paolo Comandini.

Il caso e la necessità” è edito dalla collana OSCAR Mondadori.

Un estratto:
Oggi è poco prudente per un uomo di scienza inserire il termine ‘filosofia’, sia pur ‘naturale’, nel titolo o nel sottotitolo di un’opera: è il miglior modo per farla accogliere con diffidenza dagli scienziati, e, per bene che vada, con condiscendenza dai filosofi. Ho un’unica scusante, che però ritengo legittima, ed è il dovere che si impone agli uomini di scienza, oggi più che mai, di pensare la propria disciplina nel quadro generale della cultura moderna, per arricchirlo non solo di nozioni importanti dal punto di vista tecnico, ma anche di quelle idee, provenienti dal loro particolar campo d’indagine, che essi ritengano significative dal punto di vista umano. Il candore di uno sguardo nuovo (quello della scienza lo è sempre) può talvolta illuminare di luce nuova antichi problemi.

Jacques Lucien Monod (Parigi, 9 febbraio 1910 – Cannes, 31 maggio 1976) è stato un biologo e filosofo francese, vincitore del Premio Nobel per la medicina nel 1965 e tra i più profondi e significativi pensatori del XX secolo, certamente uno dei più grandi biologi di tutti i tempi. Ricevette numerose altre onorificenze e distinzioni, tra le quali la medaglia della Legion d’Onore. Ha inoltre partecipato alla resistenza francese al nazifascismo durante la seconda guerra mondiale.

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: